Telesoccorso 2W

COD: 10.09/TEL08 | 10.09/GSM08 Categoria:

Dopo aver maturato un’esperienza ventennale nel settore dei telesoccorsi per ascensori, CMF presenta la nuova versione del sistema di telesoccorso, conforme alla nuova norma EN 81-28:2018 e alle norme EN 81-70, EN 81-20/50.

Il dispositivo è studiato sia per collegamento telefonico PSTN (su linea fissa) che su rete GSM/GPRS.
Il collegamento GSM è garantito da moduli di ultima generazione che consentono, oltre all’utilizzo delle classiche SIM fisiche, l’utilizzo di SIM virtuali le quali hanno come caratteristica principale la possibilità di scegliere il gestore, a seconda della migliore copertura.

Description

Dopo aver maturato un’esperienza ventennale nel settore dei telesoccorsi per ascensori, CMF presenta la nuova versione del sistema di telesoccorso, conforme alla nuova norma EN 81-28:2018 e alle norme EN 81-70, EN 81-20/50. 

Il dispositivo è studiato sia per collegamento telefonico PSTN (su linea fissa) che su rete GSM/GPRS.
Il collegamento GSM è garantito da moduli di ultima generazione che consentono, oltre all’utilizzo delle classiche SIM fisiche, l’utilizzo di SIM virtuali le quali hanno come caratteristica principale la possibilità di scegliere il gestore, a seconda della migliore copertura. 

Solo 2 fili e dimensioni compatte

Il collegamento ai terminali vivavoce utilizza solamente 2 fili non polarizzati per voce, segnalazioni ed alimentazione.

Le dimensioni compatte dell’unità di controllo – che misura 35 x 120 x 101 millimetri – sono state pensate per un inserimento facile nel quadro di comando tramite aggancio ad una guida DIN 35 mm.
I moduli vivavoce porter – ad elevata qualità audio dello spessore di soli 12 mm – si integrano perfettamente nella bottoniera di cabina e offrono la possibilità di remotare led, pittogrammi esterni o anello induttivo per audiolesi secondo EN 81-70.
I moduli nella zona fossa, sul tetto della cabina e nel locale macchina permettono sia il collegamento interfono vivavoce, sempre possibile anche in assenza di linea telefonica, o il collegamento telefonico con la centrale di soccorso.
Il sistema è predisposto anche per la telemetria tramite collegamento alla porta seriale del quadro e il collegamento Can open lift.
Tramite SD è possibile aggiornare il firmware in locale del dispositivo.

 

 

Caratteristiche principali

Queste le caratteristiche principali del Telesoccorso 2W CMF:

  • Il sistema è composto da una unità di controllo e da unità vivavoce bidirezionale (Porter) con soppressione automatica dell’effetto Larsen e cancellazione dell’eco. L’architettura tipica prevede l’utilizzo di 4 porter collegati al unità di controllo (tetto/cabina/fossa/locale macchina). L’applicazione classica prevede l’installazione della unità di controllo nel quadro ascensore oppure con Box di metallo nelle applicazioni stand alone;
  • Il collegamento verso la centrale di controllo può avvenire tramite la tradizionale linea telefonica PSTN o GSM/GPRS;
  • La programmazione da remoto può essere fatta tramite un semplice telefono, tramite SMS o con un applicazione fornita gratuitamente per Android o in locale utilizzando il software su PC dedicato. Indifferente da come avvenga la programmazione, l’operatore è sempre assistito da messaggi vocali che guidano ad una facile programmazione; sono disponibili configurazioni in 28 differenti lingue dei 15 messaggi pre-registrati che guidano sia l’installatore che l’utente durante la programmazione o l’utilizzo. Tali messaggi possono essere rivolti in cabina per tranquillizzare l’utente che l’allarme è stato inviato, al call center o al manutentore;
  • I messaggi rivolti verso il call center o il manutentore indicano l’ubicazione dell’impianto e può essere identificato il porter dal quale è stato inviata la richiesta di soccorso;
  • Possono essere programmati fino ad un massimo di 8 numeri di 19 caratteri numerici ed abbinarli a ciascuno dei 4 tipi di allarme;
  • L’unità di controllo ha la possibilità di collegarsi, anche secondo i protocolli CPC, P100 ed Ademco Contact-ID o proprietario, sia ad un centro servizi dedicato alla gestione degli allarmi sia a numeri telefonici di telefonia fissa o mobile che riceveranno l’identificazione dell’impianto chiamante tramite un messaggio vocale precedentemente registrato o SMS;
  • Per combattere fastidiosi falsi allarmi possono essere programmati condizioni particolari per il quale il dispositivo non entri in funzioni;
  • Particolare cura è stata rivolta al controllo della batteria di alimentazione (12VDC) con relativo allarme di batteria scarica;
  • È disponibile l’autotest automatico e programmabile da 8 a 72 ore;
  • Il dispositivo è fornito di tre uscite a collettore aperto (open collector) in grado di commutare un carico in corrente continua di 30V – 200mA.

Controllo video per una maggiore sicurezza

Il telesoccorso 2W CMF offre anche la possibilità di collegare sullo stesso BUS dei porter anche una telecamera per ricevere video o foto. Questa innovativa funzione è particolarmente utile al fine di controllare l’interno della cabina durante la chiamate di allarme, evitando così l’invio di personale di soccorso quando non necessario.

Caratteristiche tecniche
  • Telecamera CMOS a colori ad alta sensibilità CVBS/PAL;
  • Angolo di ripresa 110° H 90°V;
  • Trasmissione su due fili BUS proprietario CMF;
  • Modulazione in FM a banda stretta;
  • Cattura del fermo immagine con file .Jpeg (fotografia);
  • Predisposta per streaming video Mpeg.;
  • Alimentazione mediante BUS proprietario CMF;
  • Connessione su rete 4G/3G GSM.

Schema installazione telecamera