AMICo 100


SKU AMICo 100 Categoria,
LA TRACCIABILITÀ DEI COMPONENTI DI SICUREZZA COME RICHIESTO DALLA DIRETTIVA 2014/33/UE È ESEGUITA TRAMITE QR CODE.
Dispositivo contro il movimento incontrollato con freno paracadute integrato

Il dispositivo AMICo 100, coperto da brevetto, previene i movimenti di allontanamento incontrollato della cabina dal piano, sia in discesa che in salita.
In caso di movimento incontrollato, il dispositivo interviene bloccando la cabina per mezzo del blocco paracadute a presa progressiva inserito all’interno di una robusta struttura metallica che viene fissata all’arcata tramite 4 viti.
Questo dispositivo è quindi la soluzione totalmente risolutiva contro qualsiasi tipo di movimento incontrollato che può essere causato ad esempio negli impianti elettrici, anche dallo slittamento delle funi sulla puleggia di trazione dell’argano.
È quindi la soluzione idonea per tutti i casi previsti dalla norma UNI 10411-1, 10411-2, 10411-3, 10411-4, 10411-5, 10411-6.

Come funziona AMICo 100

fig. 1.1

La figura 1.1 mostra la versione del dispositivo con barra di accoppiamento laterale e montaggio sopra l’arcata, nel disegno è possibile individuare un perno (A) movimentato da un magnete (B), il meccanismo perno-magnete è vincolato alla staffa di supporto dal sistema di fissaggio (C) ruotante nel piano verticale.
Quando l’ascensore arriva al piano, il magnete (B) viene diseccitato consentendo alle molle presenti nel meccanismo perno-magnete di dilatarsi.
Tale dilatazione provoca la fuoriuscita del perno (A) entro un’asola posta sulla staffa (L). 
La staffa (L) deve essere fissata solidamente alle guide in corrispondenza di ciascuna fermata.
Se ci sono movimenti incontrollati della cabina, ad esempio verso il basso, il movimento incontrollato stesso farà in un primo momento raggiungere al perno la parte più bassa dell’asola posta sulla staffa. 
Successivamente, il meccanismo discendente della cabina provocherà la rotazione del meccanismo perno-magnete. 
Questa rotazione, tramite il tirante ammortizzato (E), determinerà quindi l’azionamento del blocco paracadute arrestando così la cabina sulle guide.
La cabina verrà arrestata sulle guide anche in caso di movimenti incontrollati in salita, dal momento che il blocco paracadute è bidirezionale.

Monitoraggio semplice grazie ai microinterruttori

I microinterruttori ad apertura positiva dei contatti (secondo la norma EN 60947-5-1, allegato K, paragrafo 2) controllano direttamente le due posizioni estreme del perno (A). 
I contatti sono normalmente chiusi (NC) e vengono collegati in serie ai contatti delle porte di piano sulla catena delle sicurezze, in modo tale da consentire o non consentire il funzionamento dell’ascensore.
Questi microinterruttori – se adeguatamente collegati al quadro di manovra e/o ad un dispositivo ausiliario- consentono di svolgere la funzione di monitoraggio del sistema come previsto dalla norma.
Il dispositivo AMICo 100, quindi, non necessita di un rilevatore del movimento incontrollato.

Conforme alla normative comunitarie

Il dispositivo certificato AMICo 100 nelle versioni PC 11 GA (P + Q = 1500 kg) – PC 13 GA (P + Q = 2600 kg) e PC 24 GA (P + Q = 5498 kg) con freno paracadute integrato soddisfa i requisiti che sono richiesti dalla Direttiva 2014/33/UE e dalle norme EN 81-20: 2014 ed EN 81-50: 2014.
Questo dispositivo può essere utilizzato anche per ricreare gli spazi di sicurezza per impianti secondo la Norma EN 81-21:2018 o EN 81-21:2012.

Richiedi maggiori informazioni su questo prodotto